English version Chinese version
Siamo a 436 ricette!
La mousse au chocolat non si mangia. E' lei a mangiare noi.
- Da Marino Niola "Si fa presto a dire cotto" - Bologna, Il mulino, 2009 -

Stocco alla mammolese - Di Gino Larosa

Di Amministratore (del 10/05/2008  in secondi, linkato 3325 volte) 

Stocco alla mammolese

“Stocco a mammulisi” - Antiche ricette di Mammola di Gino Larosa

Difficoltà esecuzionefacile Per quante persone è la ricetta4 persone Tempo esecuzione ricetta40 minuti

1 Kg di “Stocco di Mammola” spugnato a pezzi - 1 Kg di patate - 1 Kg di pelati o salsa di pomodoro - una cipolla rossa - 4 peperoni essiccati (di resta) o peperoncini - olive in salamoia - olio extravergine d'oliva - sale.

  1. In tegame di terracotta (tiana) fate soffriggere nell'olio la cipolla affettata.
  2. Mettete poi i pelati o la salsa e fate cuocere a fuoco lento per circa 5 minuti
  3. Salate e aggiungete le patate a spicchi e dopo pochi minuti lo stocco a pezzi.
  4. Lasciare cuocere a fuoco lentissimo, per circa 20 minuti, dopo aggiungere le olive e i peperoni e mescolare con molta attenzione o agitando l'intero tegame.
  5. Spegnere il fuoco e dopo aver fatto riposare per qualche minuto servire. A piacere si possono aggiungere con lo stocco le ventresche (trippiceji) del pescestocco.

Note storiche:
Lo “Stocco di Mammola” (stoccafisso), conta secoli di tradizione, viene preparato in maniera tradizionale in vari modi: antipasti, secondi piatti, per la preparazione di sughi per la pasta e può essere servito come piatto unico con le patate o come secondo. Lo “stocco alla mammolese” è il piatto tipico di Mammola e tra i più noti della Calabria, preparato in maniera antica nella “ tiana” recipiente di terracotta, con l'utilizzo di ingredienti naturali: stocco, patate, pomodori, cipolla, olive, peperoni essiccati ed abbondante olio extravergine d'oliva, che esaltano questa pietanza semplice e gustosa. Lo stocco è considerato un alimento ad alto valore energetico e fa parte fondamentale di quella cucina denominata“dieta mediterranea”. L'acqua per la maturazione, la lavorazione artigianale e l'arte del cucinare sono le cose più rilevanti per i preparativi dello “Stocco di Mammola”. Lo Stocco viene accompagnato con vino rosso locale o di Cirò ed è considerato l'unico pesce che si accompagna con vino rosso. Lo “STOCCO DI MAMMOLA” è stato incluso dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali nell'Elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (Suppl. Ord. Gazzetta Ufficiale N°167 del 18-7-02 pag. 13 N°201. Ancora oggi la rinomata cucina mammolese, tiene conto delle tradizioni e della ricchezza dei prodotti, offrendo numerosi e svariati piatti ottenuti con ricette antiche che si tramandano da generazioni.

Gentile contributo di Gino Larosa

www.forchettina.it Copyright 2019   Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS® Open Source